RE.SEED: un progetto di coltivazione artistica in alcuni bellissimi parchi e giardini. Varese, 2012.

Nel 2012 capitò una cosa buffa. Daniela -la mia collega grafica- realizzò un fotomontaggio simpatico. Mise foglie secche e farfalle di feltro tra i miei capelli e scattò una foto. Poi mise il mio faccione all’interno di un vaso di terracotta. A Silvia –che creatività splendea negli occhi suoi ridenti e fuggitivi  venne in mente lo slogan “Quanto sei invasato?”. E il risultato fu questo. 427401_355693697798954_238764633_n

Continua a leggere

Va sul Palco, il Sanremo varesino delle band emergenti. Però un po’ meglio.

Sarà il clima sanremese ad avermi influenzata, sarà la “noiona” di questi giorni (quel mix di sensazioni -per lo più negative- che annebbiano la vista, che non capisco se sia il grigio neutro del cielo di febbraio, uno dei tanti sintomi pre-mestruali, se sia colpa di Varese o della cervicale) che mi spinge a scrivere di una delle più belle iniziative per i giovani che Varese abbia mai realizzato e che mi ha reso molto felice negli ultimi anni.

Continua a leggere

Tutto iniziò così, su una scrivania caotica. Con gli occhiali dell’invisibilità.

 

Tutto iniziò così. Con una scrivania caotica che perdeva fogli e post-it da ogni angolo. All’epoca (nel 2008) ero una signorina Precisetti e -per la precisione- una signorina Precisetti catapultata in un mondo completamente nuovo, molto distante dagli ingessati uffici universitari che avevo avuto modo di frequentare grazie alle collaborazioni studentesche. Ogni tentativo di rendere più ordinata quella scrivania era vano. E ad un certo punto ho dovuto cedere anche io al caos.

Continua a leggere