Comunicazione ai tempi del COVID-19 per la Community di Impact Hub

La comunicazione non si ferma mai. Nemmeno durante l’emergenza sanitaria che si sta abbattendo in queste settimane in Italia e in Europa. Con Impact Hub Milano ogni giorno pensiamo a contenuti verticali sul Coronavirus da comunicare alla Community.

Le comunicazioni variano da informazioni di carattere istituzionale, come ad esempio informative per i datori di lavoro sull’applicazione dello smart working, incentivi o misure emanate dal Governo per aziende, pmi e startup a contenuti “più light” come #tipscontrolanoia per la Community (playlist musicali da ascoltare in smart working, esercizi di stretching per il collo e la schiena, podcast di approfondimento sull’impact investing, consigli su come trascorrere il week end in casa).

L’obiettivo è potenziare l’utilizzo della Impact Hub Community App, una piattaforma che permette la comunicazione e lo scambio di consigli e buone prassi tra tutti gli Hubbers del mondo. Impact Hub Milano ha fatto da apripista rispetto al tema Covid-19, mettendo a disposizione degli altri Hub su un gruppo tematico tutto il materiale utilizzato e le procedure adottate per fronteggiare l’emergenza (format di e-mail per gli Hubber, come gestire clienti coworking ed eventi in caso di emergenza, etc.)

La linea grafica – un riadattamento dell’illustrazione del virus con dettagli o accessori e colori differenti in base alla tipologia del contenuto – ed i contenuti creativi che ho realizzato sono stati adottati a livello internazionale come esempio da seguire in tutti gli Hub del mondo coinvolti dall’emergenza sanitaria.

Il profilo Instagram di Impact Hub Milano è stato scelto come esempio virtuoso di engagement della Community online.

Ecco cosa fa di preciso una community manager ad Impact Hub Milano.

A distanza di qualche mese in Impact Hub Milano come community manager finalmente ho tutti gli elementi per definire questa professione. Una figura centrale all’interno dello spazio: il parafulmine su cui ricadono numerose richieste, il biglietto da visita per il pubblico da fuori, l’orecchio che ascolta, l’occhio che scruta, l’angelo custode, lo psicologo, il tecnico informatico, l’arrotino che affila coltelli e ripara ombrelli, il cuoco, il centralinista, l’organizzatore di eventi, il pr delle spiagge di Riccione, l’usciere, la cassiera, la promoter, la colf, la guida turistica, l’hostess da fiera, la segretaria, la designer d’interni, il social media manager, lo storyteller, l’ufficio postale che spedisce e prende pacchi ma non li tira mai ;-).

Continua a leggere